Home News Nokia ha fatto causa a OPPO per violazione della proprietà intellettuale
nokia oppo causa legale

Nokia ha fatto causa a OPPO per violazione della proprietà intellettuale

di Michele Ingelido

OPPO è una delle aziende tecnologiche leader mondiali per numero di brevetti depositati ed ha innovato tantissimo sia il settore degli smartphone che altri ambiti tecnologici. Stavolta però, stando a un altro colosso, avrebbe violato dei brevetti invece di depositarne dei nuovi. E’ quanto sostiene Nokia, che ha deciso di non andarci per le leggere e di citare in giudizio il brand cinese per violazione della proprietà intellettuale.

Secondo Nokia, OPPO avrebbe violato dei brevetti SEP e non SEP relativi alla connettività 5G, all’interfaccia e alle funzionalità di sicurezza. Per questo motivo, il marchio posseduto da HMD Global ha deciso di fare causa al colosso cinese sai in Europa che in Asia. Le due aziende hanno siglato un accordo nel 2018 che riguarda proprio l’utilizzo dei brevetti per più anni, tuttavia il contratto è scaduto.

Nokia ha dichiarato che OPPO ha rifiutato il rinnovo del contratto ma continua a utilizzare i suoi brevetti e per questo motivo è stata costretta ad adire alle vie legali. L’azienda però lascia uno spiraglio aperto per risolvere il problema in modo più costruttivo. Ciò che chiede il gigante finlandese è il pagamento di 3 euro per ogni smartphone prodotto con i suoi brevetti che sarebbero stati violati. Una richiesta per niente trascurabile, se teniamo conto dell’immensa capacità produttiva di OPPO.

👥 Iscriviti su alla community OPPO più grande in Italia 🇮🇹


📰Non vuoi più perderti notizie su OPPO? Seguici su Google News cliccando la stellina🏅

Potrebbe anche interessarti