Home News OPPO spiega com’è fatta e come funziona la fotocamera microscopio di Find X3 Pro
oppo find x3 pro fotocamera microscopio

OPPO spiega com’è fatta e come funziona la fotocamera microscopio di Find X3 Pro

di Michele Ingelido

Il fascino dell’ignoto, la curiosità e il desiderio di conoscenza spingono da sempre il genere umano ad esplorare gli oceani più profondi e la vastità dello spazio in cerca di nuove scoperte. Per questo motivo OPPO ritiene che i dettagli al microscopio siano il prossimo step nella fotografia su mobile e per questo ha deciso di rendere Find X3 Pro il primo smartphone che integra una fotocamera microscopio.

Ma com’è fatta e come funziona questo affascinante sensore noto come microlente? OPPO ha deciso di spiegarlo nel dettaglio fugando tutti i dubbi in merito.

Le specifiche della “microlente” di OPPO Find X3 Pro

oppo find x3 pro foto microscopio

Il sensore microscopio è un’ottica da 3 Megapixel con apertura focale f/3.0 e pixel da 1,12 micron che supporta la registrazione dei video in Full HD. Mentre le lenti macro tradizionali supportano un ingrandimento 2x, la microlente di Find X3 Pro può effettuare un ingrandimento ottico fino a 30x e uno zoom ibrido fino a 60x. Ciò permette allo smartphone di andare ben oltre la macro fotografia e di fungere da vero e proprio microscopio esaminando colori, forme e dimensioni differenti rispetto a ciò che vediamo nella vita di tutti i giorni.

Come nasce la fotocamera microscopio

oppo find x3 pro microscopio

Non è stato facile creare una fotocamera microscopio con ingrandimento 60x e inserirla nella scocca di uno smartphone. Le difficoltà sono state parecchie: ad esempio, le lenti con alti livelli di ingrandimento sono molto sensibili a peli e granelli sull’ottica, che possono compromettere le foto e i video perchè vengono ingranditi insieme ai soggetti ripresi.

Per ovviare al problema OPPO ha utilizzato il vetro di zaffiro e una soluzione di pulizia personalizzata che ha reso l’ottica 10 volte più resistente a peli, granelli e altre particelle. Invece di montare la lente sulla scheda madre, la casa produttrice l’ha installata sulla back cover. Un’altra sfida è stata rendere questa fotocamera esteticamente coerente con il design dello smartphone: la parte esterna doveva essere nera, tuttavia l’opacità del nero è un ostacolo per lo scatto di foto ravvicinate con un così alto livello di ingrandimento.

foto microscopio oppo find x3 pro

OPPO ha risolto optando per una lente di grandi dimensioni e usando inchiostro semitrasparente per il quale sono state necessarie 10 revisioni. Prima di scegliere il sensore e il design definitivo sono stati creati ben 20 prototipi.

L’anello LED

oppo sensore microscopio

Su Find X3 Pro è stato inoltre necessario integrare un anello LED attorno alla microlente per illuminare i soggetti fotografati. La distanza di messa a fuoco è intorno ai 3 mm e la presenza dello smartphone così vicino al soggetto fa da scudo alla luce che può illuminarlo: ecco perchè un anello LED è indispensabile per garantire la massima qualità. Inoltre grazie a questa soluzione l’alto quantitativo di luce sul soggetto rende preciso il bilanciamento dei colori e regala scatti da prospettive eccezionali.

Ma perchè un anello LED invece di un classico flash LED come gli altri dispositivi? Un flash LED tradizionale sarebbe risultato troppo grande e luminoso, causando problemi di sovraesposizione. Dall’analisi di 50 scenari fotografici diversi, OPPO ha manipolato la temperatura del colore grazie ad un anello LED per ottenere con FInd X3 Pro dei risultati impossibili da ottenere con un LED tradizionale.

oppo find x3 pro foto microscopio

Così Find X3 Pro può permettervi di esplorare i mondi microscopici tra cui tessuto, pelle, capelli, piante e insetti.

💰 Risparmia sulla tecnologia: iscriviti al nostro canale Telegram di offerte! ✈️


👥 Iscriviti su alla community OPPO più grande in Italia 🇮🇹


🛒 Vuoi acquistare i prodotti OPPO ai prezzi migliori? Scoprili nella sezione Shop 🛍️

Potrebbe anche interessarti