Home News Vivo segue OPPO e apre un laboratorio per la qualità dell’immagine
vivo display

Vivo segue OPPO e apre un laboratorio per la qualità dell’immagine

di Domenico Pancaldo

OPPO ha da poco aperto un il Colour Research Lab: un centro di sviluppo per la qualità delle immagini con lo scopo di migliorare la qualità dei display degli smartphone. E questo in un contesto come quello attuale in cui l’aspetto multimediale viene considerato sempre più importante sui dispositivi mobili. Anche Vivo, in virtù di ciò, ha deciso di aprire un centro di questo tipo per migliorare le fotocamere, lanciando così un messaggio chiarissimo a tutta la concorrenza.

Il nuovo centro per migliorare la qualità delle fotocamere

Il centro di sviluppo per la qualità delle immagini di Vivo occupa un’area importante di Huanpu Park nella cittadina cinese di Xi’An. L’obiettivo per cui nasce questo centro è quello di andare a migliorare la tecnologia multimediale all’interno dei dispositivi mobili. Parliamo, ovviamente, degli smartphone, settore in cui l’azienda cinese sta cercando di prosperare anche a livello internazionale. I prossimi top di gamma dell’azienda, quindi, potrebbero stupirci sul piano multimediale.

Gli obiettivi di Vivo per migliorare le immagini delle proprie fotocamere sono già emersi in alcuni smartphone di livello come la serie X50 e il recente X60 Pro Plus. I midrange, comunque, non sembrano destinati ad essere esclusi da queste prospettive. Un esempio ne è l’S7 con la sua doppia fotocamera per i selfie di altissimo livello. Con l’apertura di questo centro, Vivo vuole mettersi alla pari con i suoi principali concorrenti come OPPO e Huawei e i presupposti, a quanto pare, ci sono tutti.

Il lavoro di Vivo sul comparto fotografico

Le attenzioni di Vivo verso il comparto fotografico dei propri smartphone non risale certamente a questi giorni. Già durante il 2020, infatti, l’azienda ha dichiarato di voler sfidare la concorrenza con un nuovo obiettivo dalle caratteristiche importanti. L’obiettivo? Quello di riuscire ad effettuare riprese (fotografiche e video) di eccellente qualità anche in condizioni di luce non ottimali (sappiamo come questo sia un grande nemico delle foto da smartphone).

In base a quanto Vivo ha dichiarato ad agosto dello scorso anno, il nuovo sensore pensato per i suoi smartphone sarà capace di catturare fino al 160% di luce in più rispetto a quanto fanno tutti gli altri sensori. Noto l’obiettivo e pronto il centro in cui realizzarlo al meglio, non rimane che attendere gli sviluppi. I prossimi smartphone dell’azienda cinese potranno darci una risposta. La sfida sarà vinta? Lo scopriremo. Rimanete connessi per non perdere i prossimi aggiornamenti.

👥 Iscriviti su alla community OPPO più grande in Italia 🇮🇹


📰Non vuoi più perderti notizie su OPPO? Seguici su Google News cliccando la stellina🏅

Potrebbe anche interessarti