Home Recensioni Recensione OPPO Find X2 Neo: forse i top di gamma non servono più
OPPO Find X2 Neo recensione

Recensione OPPO Find X2 Neo: forse i top di gamma non servono più

di Michele Ingelido Aggiornato il
Aggiornato il

Il 2020 è stato l’anno in cui, nel settore smartphone, la fascia media ha preso il sopravvento. I prezzi dei top di gamma più potenti si sono alzati tantissimo per via del 5G e di un trend iniziato prima del Covid-19. Nello stesso tempo si è assottigliata all’inverosimile la differenza tra i medi di gamma e i top di gamma, almeno per quanto riguarda la fascia medio-alta. OPPO Find X2 Neo, protagonista di questa recensione, è proprio uno di quei dispositivi che con la loro scheda tecnica e un prezzo contenuto si collocano nel segmento medio-alto di gamma del 2020.

E con le sue specifiche tecniche riteniamo che consenta a un vastissimo target di utenza di fare a meno di un top di gamma come il Find X2 Pro senza scendere a nessun compromesso. Attraverso questa recensione di OPPO Find X2 Neo lo esamineremo nel dettaglio e avrete modo di scoprire se fate parte di quel target.

Indice

Scheda tecnica di OPPO Find X2 Neo

Prima della recensione, ecco le specifiche tecniche del medio-alto di gamma OPPO noto in Italia sotto il nome di Find X2 Neo. Alcuni noteranno che le caratteristiche sono le stesse del Reno3 Pro 5G acquistabile in Cina: si tratta infatti della versione europea di questo smartphone.

  • Dimensioni e peso: 159.4 x 72.4 x 7.7 mm – 171 grammi
  • Display: AMOLED 6,5″ Full HD+ (1080 x 2400 pixel) 90 Hz
  • Processore: octa-core Qualcomm Snapdragon 765G @ 2,4 GHz
  • Memorie: 12 GB RAM, 256 GB UFS 2.1
  • Software: Android 10 + ColorOS 7
  • Connettività: 5G, WiFi6, Bluetooth 5.1, GPS, NFC, USB Type-C 3.1, OTG
  • Fotocamera posteriore: quadrupla da 48 + 13 + 8 + 2 MP, f/1.7 + f/2.4 + f/2.2 + f/2.4 (principale + teleobiettivo + grandangolo + monocromatico), OIS, zoom ottico 2x
  • Fotocamera anteriore: 32 MP f/2.4
  • Batteria: 4025 mAh, ricarica rapida VOOC 4.0 a 30W

OPPO Find X2 Neo: la recensione completa

Il potente Find X2 Neo è un prestante smartphone 5G che si colloca nel mezzo della serie ammiraglia di OPPO composta in Italia da Find X2 Pro, X2 Neo e X2 Lite. Andiamo ad analizzarlo a partire dall’estetica fino ad arrivare al prezzo, passando per l’hardware e tutte le altre caratteristiche.

Design e confezione

Esteticamente OPPO Find X2 Neo è qualcosa di spettacolare e il design è uno dei suoi principali punti di forza, sebbene non sia l’unico. Prima ancora di parlare del look va fatto un plauso alla sua qualità costruttiva: come evidenziato dalla stessa azienda, con soli 7,7 mm di spessore è lo smartphone più sottile a supportare le reti 5G. Ciononostante monta una batteria da oltre 4000 mAh: un vero miracolo dell’ingegneria. Come se non bastasse si tratta anche di un dispositivo leggerissimo: pesa solo 171 grammi e quando lo si prende in mano la prima volta la leggerezza si nota palesemente.

Il device monta una scocca in vetro ed un profilo in alluminio, con uno schermo curvo ai lati (la curvatura non è eccessiva ma solo leggera) dai bordi davvero sottilissimi (copre quasi il 90% del pannello frontale e non stiamo parlando di valori di marketing ma di quelli reali). Ha un display punch-hole, ossia con un foro che include la fotocamera frontale posizionato in alto a sinistra sul display e per nulla fastidioso.

Lo rende ancor più elegante il modulo fotografico posteriore che include al suo interno tutti gli elementi della fotocamera: non troverete il flash dual LED o altri componenti al di fuori del modulo, è tutto dentro e il retro rimane quindi pulitissimo. Sul lato sinistro sono piazzati i tasti del volume, mentre a destra c’è il tasto di accensione che funge anche per evocare Google Assistant con una pressione meno prolungata.

OPPO Find X2 Neo ha 2 microfoni di cui uno posizionato sul bordo superiore ed uno su quello inferiore, assieme alla porta USB-C per la ricarica, il carrello per la SIM e uno dei due speaker stereo (l’altro è nella capsula auricolare frontale). La colorazione della nostra unità è un elegantissimo Moonlight Black e, come suggerisce il nome, emette dei riflessi che ricordano la luce della luna, i quali sono diversi a seconda dell’angolazione da cui lo si guarda. C’è anche una colorazione Starry Blue con una tripla sfumatura (viola/blu/azzurro) più estrosa e giovanile. Design da urlo, nulla da obiettare.

Nella confezione si può trovare lo smartphone con una pellicola pre-applicata (non in vetro temperato) ed una cover protettiva trasparente. In più ci sono le cuffiette OPPO cablate non in-ear (buono e bilanciato l’audio, ma si tratta di auricolari economici, si trovano a 15€ e quindi non aspettatevi una resa stellare) e il caricabatterie VOOC a 30W con relativo cavo USB-C.

Attualmente non disponibile. Puoi cercare qui altre offerte.

Display

OPPO Find X2 Neo display

Abbiamo trovato stupendo lo schermo di OPPO Find X2 Neo, nonostante non si tratti di un top di gamma e sia risaputo che i veri display al top si trovano su questi ultimi. Il pannello misura 6,5 pollici (una diagonale non eccessiva che grazie ai bordi sottili fanno restare lo smartphone compatto), è di tipo AMOLED ed ha una risoluzione Full HD+ di 1080 x 2400 pixel.

Il device si caratterizza anche per un’alta frequenza di aggiornamento a 90 Hz, il quale permette un’esperienza visiva più fluida rispetto agli schermi professionali (tanto appagante nell’interfaccia utente quanto utile nel gaming). Lo schermo vanta un ottimo contrasto, una luminosità molto alta (è tranquillamente utilizzabile sotto il Sole) ed anche dei colori molto accurati. I bordi come già accennato sono curvi ai lati, ma è una curvatura accennata che non ne compromette l’utilizzo.

Nello schermo AMOLED è presente un lettore di impronte digitali ottico integrato di buona qualità, il quale ci ha lasciato soddisfatti in termini di velocità, leggermente meno nella precisione, ma si tratta di quisquilie. Si può usare anche lo sblocco con riconoscimento facciale, ma solo bidimensionale e quindi non molto sicuro in quanto anche una foto dell’utente potrebbe far procedere allo sblocco. Ad arricchire un’esperienza multimediale già notevole troviamo degli altoparlanti stereo con un suono davvero completo, tridimensionale e di qualità che ci ha stupiti molto. Unico appunto che abbiamo da fare è il motorino della vibrazione un po’ zanzaroso.

Hardware

L’hardware di questo smartphone è davvero notevole. Non è un top di gamma alla massima potenza, tuttavia la maggioranza degli utenti non noteranno alcuna differenza nel suo utilizzo. Il processore impiegato è un octa-core Snapdragon 765G che a livello prestazionale si posiziona poco al di sotto dello Snapdragon 845 (ma ha un miglior processo produttivo a 7 nm e quindi consumi minori) e appartiene alla fascia medio-alta.

Il SoC di Qualcomm è abbinato a ben 12 GB di RAM (quantitativo in questo caso da top di gamma) e 256 GB di memoria interna di tipo UFS 2.1. Nell’uso quotidiano è praticamente impossibile discernere le differenze prestazionali rispetto al miglior smartphone top di gamma in termini di hardware. Il chipset riesce a far girare in modo ottimo anche qualsiasi videogioco per Android.

Per notare differenze importanti ci si deve spostare su scenari particolarmente avanzati ed esosi di risorse tra cui il rendering video e il gaming con la grafica 3D più avanzata ad alto frame rate e refresh rate. Complice è anche l’ottimo sistema di raffreddamento, oltre al gran quantitativo di memoria RAM che spesso non si trova nemmeno sui top di gamma.

Nonostante il prezzo contenuto lo smartphone supporta le reti 5G: il processore vanta un modem 5G integrato che non è presente nemmeno sulla nave ammiraglia Snapdragon 865 (sull’865 è esterno) e grazie ad esso garantisce consumi più bassi rispetto a quest’ultimo. Il modem supporta il 5G in tutti gli spettri (SA e NSA, frequenze sub6-GHz e mmWave, con velocità fino a 3,7 Gbps), vanta il WiFi 6 (o Wi-Fi ax) e il Bluetooth 5.1, oltre ad un chip NFC.

Lato connettività siamo quindi alle stelle. Unico contro è l’assenza di uno slot dual SIM: purtroppo su questo device si può inserire una sola scheda SIM, sebbene ci sia il 5G. Nei nostri test con giochi del calibro di COD Mobile, PES 2020 e Brawl Stars, OPPO Find X2 Neo non ha mostrato esitazioni e non ha avuto alcun problema di surriscaldamento nonostante le alte temperature estive in cui lo abbiamo testato.

Software

ColorOS 7 impostazioni

OPPO Find X2 Neo esce dalla sua confezione con il sistema operativo Android 10 preinstallato, personalizzato dall’interfaccia utente ColorOS 7 aggiornata con le patch di sicurezza di marzo. Questa particolare versione dell’interfaccia utente della casa cinese la definiamo il più grande rinnovamento che un software basato su Android abbia ricevuto in anni e anni: ha tardato un po’ ad arrivare sui vecchi OPPO ma rappresenta un grande stravolgimento con dei miglioramenti sostanziali.

Prima di tutto è stata migliorata l’estetica, con una grafica molto più pulita, stilosa e uniforme, ma anche con molte più possibilità di personalizzazione (basti pensare che si possono personalizzare le icone in modo capillare). L’interfaccia è molto intuitiva e ora include anche una modalità scura (o Dark Mode) a livello di sistema operativo per risparmiare energia e ridurre l’affaticamento oculare, la quale funziona anche con applicazioni di terze parti. Si tratta di un UI che si è occidentalizzata ed è molto più conforme alle esigenze degli utenti.

Vanta tante nuove funzioni interessanti, tra cui un menu laterale rapido personalizzabile accessibile con uno swipe dal bordo curvo, un’app per la gestione generale del device, le gesture a schermo spento, il risveglio con doppio tap, uno spazio gioco per ottimizzare le prestazioni nel gaming e tanto altro. La ColorOS 7 è eccellente anche a livello di prestazioni, con una fluidità perenne e zero rallentamenti. Di alto livello anche l’algoritmo fotografico, ambito fotografico di cui stiamo proprio per parlarvi.

Fotocamera

N.B. le foto sopra non sono a piena risoluzione, puoi visualizzare le foto originali come le abbiamo scattate in questa galleria esterna.

Nonostante non sia tra gli smartphone più costosi OPPO Find X2 Neo è un vero camera phone, senza sè e senza ma. La sua scocca posteriore ospita una quadrupla fotocamera con sensore principale Sony IMX586 da 48 Megapixel dotato di OIS e apertura f/1.7, teleobiettivo da 13 Megapixel con zoom ottico 2x, lente grandangolare da 8 MP con campo visivo fino a 115 gradi e sensore monocromatico da 2 MP per la modalità ritratto.

Registra video con risoluzione fino al 4K a 30 fps e può utilizzare la stabilizzazione ottica nei video. La fotocamera frontale ha una risoluzione di 32 Megapixel e registra in 1080p. Ci ha davvero sorpreso il livello di definizione delle foto scattate, ma anche il gran bilanciamento dei colori all’interno di esse.

Anche se le condizioni di luce sono scarse le foto rimangono di buona qualità grazie all’avanzata modalità notturna, e la scarsa illuminazione è spesso ciò che distingue un vero camera phone da un medio di gamma. Soddisfatti anche dallo zoom ottico 2x, che porta quello digitale fino a 20x. Ma ciò che non possiamo evitare di definire incredibile è la stabilizzazione, veramente solida, specialmente nei video (ed infatti non abbiamo ritenuto un caso la presenza della scritta Ultra Steady nel modulo fotocamera).

L’intelligenza artificiale riconosce in modo molto efficiente le scene adattando i parametri e gli obiettivi da usare a ciò che ha di fronte. Anche la fotocamera frontale alla fine dei conti restituisce una resa fotografica considerevole nei selfie, con ben pochi rivali sul mercato. Bene anche la modalità Pro con i comandi manuali che permette non solo di modificare, ma anche di monitorare nel dettaglio parametri avanzati tra cui gli ISO, il bilanciamento del bianco e l’autofocus.

Batteria

L’autonomia della batteria è l’unico dettaglio un po’ sotto tono rispetto alla scheda tecnica, ma nulla di trascendentale. Per mantenere uno spessore di soli 7,7 mm, OPPO Find X2 Neo include una batteria da 4025 mAh in un mercato in cui è facile trovarne da almeno 4200 mAh, e la differenza si nota.

La durata resta in ogni caso ampiamente oltre la sufficienza e nonostante i 90 Hz la si può far durare 24 ore ad uso moderato. Nei nostri test siamo arrivati vicini alle 8 ore di schermo con un uso intenso, il che è notevole per una batteria di questa capacità e con la scheda tecnica di OPPO Find X2 Neo; segno di una grande ottimizzazione software e di un buon lavoro svolto dall’intelligenza artificiale.

In più la batteria vanta la ricarica rapida VOOC 4.0 a 30W che, abbinata alla capienza non eccessiva, permette di raggiungere il 50% di carica in soli 20 minuti. La batteria si ricarica attraverso una porta USB-C 3.1 dotata di uscita video (si può collegare via cavo MHL alle TV) e connettività OTG (per connettere periferiche USB esterne).

OPPO Find X2 Neo: conclusione e prezzo

C’è sicuramente di meglio fra i top di gamma in termini di hardware, display e fotocamera, ma sono in moltissimi coloro che non se ne accorgerebbero affatto. OPPO Find X2 Neo è uno smartphone completo, la scelta intelligente per chi non vuole buttar via soldi per dispositivi ultra costosi e al di sopra dei 1.000€ che non sfrutterà mai a pieno. E’ insomma lo smartphone medio gamma che si crede un top di gamma e spesso lo fa credere anche all’utilizzatore.

Se lo consigliamo? Diremmo decisamente sì, il 2020 è stato l’anno dei medi di gamma ed è merito proprio di dispositivi come questo. Il prezzo però, sebbene contenuto, non è esattamente basso. E’ sì uno smartphone 5G, ma costa pur sempre 699€ di listino. Ma è molto meno rispetto ai 1199€ necessari per un Find X2 Pro, anche se non fa rimpiangere affatto il modello di punta. Tra i rivenditori ufficiali potete trovare OPPO Find X2 Neo nelle maggiori catene di elettronica come Unieuro e Mediaworld, oppure su Amazon.

OPPO Find X2 Neo: l'eccellenza a un prezzo non esagerato
  • 9.5/10
    Design - 9.5/10
  • 8.5/10
    Display - 8.5/10
  • 8.5/10
    Hardware - 8.5/10
  • 8.5/10
    Software - 8.5/10
  • 8.5/10
    Fotocamera - 8.5/10
  • 7.5/10
    Batteria - 7.5/10
  • 7/10
    Prezzo - 7/10
8.3/10

Verdetto

OPPO Find X2 Neo è uno smartphone Android che assicura una qualità e delle performance ottime sotto qualsiasi ambito. Ha il 5G, un design ricercato, un gran display, un ottimo comparto hardware, è un vero camera phone ed ha un bel software. Il tutto senza costringere ad una spesa eccessiva. Si tratta dell’alternativa intelligente ai top di gamma, dispositivi che ormai a gran parte degli utenti non servono più.


 ✓ PRO
 
  • Design di alto livello
  • Sottile e leggero
  • Buon display a 90 Hz
  • Hardware ricco e potente
  • Audio stereo ad alta resa
  • Software funzionale e ottimizzato
  • 5G a prezzo contenuto

 

 ✕ CONTRO
 
  • Motorino vibrazione non notevole
  • Mono SIM

👥 Iscriviti su alla community OPPO più grande in Italia 🇮🇹


📰Non vuoi più perderti notizie su OPPO? Seguici su Google News cliccando la stellina🏅

Potrebbe anche interessarti