Home News Recensione Realme GT: smartphone da corsa e flagship killer dell’anno
Realme GT

Recensione Realme GT: smartphone da corsa e flagship killer dell’anno

di Michele Ingelido

Fin dal suo lancio Realme si è contraddistinta dalla massa grazie ad una strategia simile a quella adottata dai primi tempi da OnePlus: rilasciare top di gamma dal prezzo stracciato, appartenenti all’amatissima categoria dei flagship killer. Questa è la recensione di Realme GT, il principale flagship killer lanciato dalla casa produttrice in Italia per il 2021.

Per il prezzo a cui viene venduto ha una scheda tecnica da sogno, ma l’uso quotidiano rispecchierà quanto scritto sulla carta? Sarà lui il miglior best-buy dell’annata? Lo abbiamo testato a fondo proprio per rispondere a queste domande: procediamo quindi con la recensione completa.

Realme GT: scheda tecnica

  • Dimensioni e peso: 158,5 x 73,3 x 8,4/9,1 mm e 186 grammi
  • Colorazioni: Dashing Blue, Dashing Silver e Racing Yellow
  • Display: 6,43″ Super AMOLED Full HD+ (1080 x 2400p) 120 Hz
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 888, 5 nm, octa-core 2,84 GHz
  • Memorie: 8/12 GB RAM LPDDR5 + 128/256 GB UFS 3.1
  • Software: Android 11 + Realme UI 2.0
  • Connettività: 5G, WiFi 6, Bluetooth 5.2, GPS, NFC, dual SIM, USB-C, OTG
  • Audio: Stereo
  • Fotocamera posteriore: tripla da 64 + 8 + 2 MP (principale f/1.8 + grandangolo f/2.3 + macro f/2.4)
  • Fotocamera anteriore: 16 Megapixel f/2.5
  • Batteria: 4500 mAh con ricarica rapida SuperDart a 65W
  • Prezzi: a partire da 449€ fino a 599€

Realme GT: recensione completa

Design e materiali

realme gt

Sebbene si tratti di un top di gamma venduto ad un prezzo da fascia media e quindi di un modello economico, l’azienda ha voluto prestare tantissima attenzione al design per creare un prodotto accattivante per i giovani e allo stesso tempo raffinato. Il Realme GT che abbiamo testato è quello nella variante di colore più ambita: la Racing Yellow.

La sua scocca è realizzata in pelle vegana ed ha una striscia in vetro che attraversa lo smartphone verticalmente (con una dinamica texture a V) e lo fa somigliare ad una sport car (il nome GT, infatti, non è lì a caso). Una soluzione davvero originale e anche elitaria, se consideriamo che i pochi smartphone in pelle sul mercato sono tra i più costosi in assoluto.

Esistono anche varianti di colore di Realme GT con scocca posteriore in vetro, più economiche ma naturalmente più anonime e meno attraenti. Da apprezzare i bordi molto sottili attorno al display. Il device ha uno schermo piatto ed ha sulla parte sinistra il carrello con lo slot dual SIM e i tasti per il volume. Sulla destra troviamo il tasto di accensione, mentre sul bordo inferiore ci sono un jack audio, un altoparlante e una porta per la ricarica.

Sulla parte superiore abbiamo il microfono sul bordo e la capsula auricolare subito sopra al display. Infine sul retro ecco il modulo fotocamera, rettangolare, che sporge solo leggermente dalla scocca. Lo smartphone è abbastanza compatto, sicuramente più compatto della media, anche se la variante Racing Yellow ha uno spessore leggermente sopra la norma per via della scocca in pelle.

Nella confezione di Realme GT ci sono, oltre allo smartphone e alla manualistica, un caricatore SuperDart a 65W con relativo cavo di ricarica, una cover in silicone e una pellicola (non in vetro) già pre-applicata.

Display

realme gt

Il display di Realme GT è un notevole Super AMOLED da 6,43 pollici con risoluzione Full HD+ e refresh rate a 120 Hz. Questo pannello riesce a difendersi molto bene per quanto riguarda la riproduzione dei colori: la resa cromatica è infatti molto realistica e non lontana da quella dei top di gamma, mentre allo stesso tempo abbiamo anche un’alta luminosità.

Funziona bene il sensore per la luminosità adattiva e possiamo dire lo stesso per quello di prossimità. Il lettore di impronte digitali integrato nel display è davvero fulmineo e molto preciso. Gli altoparlanti sono stereo (con la capsula auricolare che funge da secondo speaker) e restituiscono un audio dal volume alto e ricco di frequenze.

Anche l’audio in chiamata si sente forte e chiaro. Lato display, sebbene ci siano modelli migliori tra quelli più costosi che supportano anche la profondità colore a 10 bit, siamo ad ottimi livelli.

Hardware

Realme GT AnTuTu
Realme GT su AnTuTu benchmark

La killer feature di Realme GT è proprio il comparto hardware, dato che per garantire il top la casa produttrice ha deciso di optare per i migliori componenti con cui è stato possibile equipaggiare uno smartphone Android. Il processore è infatti uno Snapdragon 888, top di Qualcomm per il 2021, ed è supportato da 8 o 12 GB di RAM LPPDR5 e 128 o 256 GB di memoria UFS 3.1 a seconda della configurazione di memoria scelta.

Non potete praticamente pretendere di meglio da uno smartphone: questo dispositivo ha delle prestazioni stratosferiche e lato performance non ha nulla da invidiare a nessun modello sul mercato. Ha una velocità perennemente supersonica e prestazioni eccelse nel multi-tasking e anche nel gaming (compresi i giochi più avanzati con dettagli al massimo).

E’ lo smartphone perfetto per i videogiocatori non solo per il suo hardware alla massima potenza, ma anche per il suo avanzato sistema di raffreddamento. Anche dopo lunghe sessioni di gioco non abbiamo riscontrato alti livelli di surriscaldamento.

Lato consumi purtroppo lo Snapdragon 888 ha i suoi limiti, dato che è un chip abbastanza energivoro nonostante il processo produttivo a 5 nm, ma possiamo dire che questo sia l’unico compromesso di questo hardware così potente.

Molto bene la ricezione, di buon livello in ogni luogo, e benissimo anche il resto della connettività. Realme GT supporta il Wi-Fi 6 con grandissime prestazioni di connessione, il 5G in tutti i suoi spettri e frequenze, e il Bluetooth 5.2 per la connessione Bluetooth più stabile e veloce possibile. Ha anche un GPS a doppia frequenza che aggancia molto bene.

Purtroppo niente slot micro SD, che ormai non è più una prerogativa dei top di gamma. C’è però uno slot dual SIM, con entrambe le SIM che possono supportare il 5G. Abbiamo gradito molto il feedback della vibrazione, ben definito e non “zanzaroso”, a differenza della maggior parte dei dispositivi con prezzi simili.

Software

realme ui impostazioni

Il sistema operativo installato su Realme GT è Android 11 personalizzato da Realme UI 2.0, interfaccia utente basata sulla ColorOS di OPPO. Abbiamo già scoperto insieme in lungo e in largo questa interfaccia utente con tutte le sue sorprese: è una delle più complete nell’intero mondo Android ed ha anche delle chicche davvero utili per migliorare l’usabilità.

Le opzioni di personalizzazione sono ormai infinite ed anche le funzioni, tra le quali spiccano quelle per il multi-tasking che permettono di aprire più app allo stesso tempo in piccole finestre sul display. Grazie a Realme Lab, poi, è possibile provare tutto un set di funzionalità nuove in anteprima per tenersi sempre all’avanguardia.

Anche a livello di ottimizzazione siamo ai massimi termini, con una stabilità praticamente perenne e un sistema operativo sempre al top delle performance e dei consumi. Naturalmente ogni UI può piacere o meno, ma Realme UI è ormai totalmente occidentalizzata ed ha tutto ciò che un utente può aspettarsi.

Fotocamera

Il tallone di Achille dei flagship killer (ossia degli smartphone top di gamma venduti a prezzi molto concorrenziali) è quasi sempre il comparto fotografico, con una fotocamera che mai è all’altezza dei top camera phone sul mercato. Anche Realme GT ha un comparto fotografico che non si può considerare di fascia alta, ma la sua resa fotografica in realtà va ben oltre quella di un semplice medio gamma.

Va sicuramente lodato il sensore principale della sua tripla fotocamera, da 64 + 8 + 2 Megapixel, che aiutato dall’eccellente processore di immagine inserito nel processore Snapdragon 888 riesce a catturare scatti dettagliati e realistici in ogni situazione.

Sebbene sia una fotocamera di fascia media quella di Realme GT riesce a restituire risultati più che sufficienti anche in notturna, con una modalità notte che riesce a minimizzare il rumore digitale molto bene. I video possono essere registrati in 4K a 60 fps, anche in questo caso con una buona resa e perfino con una buona stabilizzazione.

Con Realme GT potete scattare anche dei discreti selfie grazie alla fotocamera frontale da 16 Megapixel che fa bene il suo lavoro. Non è affatto un top camera phone, ma se consideriamo i dispositivi della sua fascia di prezzo Realme GT è tra quelli che sfigurano meno di fronte a un vero camera flagship.

N.B. per questioni di pesantezza della pagina le foto nella galleria sopra sono compresse. Per visualizzare le foto in qualità originale accedete a questa galleria esterna.

Batteria

realme gt autonomia batteria

La batteria di Realme GT ha una capacità di 4500 mAh che riesce ad assicurare un’autonomia in linea con ogni aspettativa. Quasi sempre vi riesce a portare fino alla fine della giornata, anche con un uso intenso. Se però vi date al gaming o alle attività che aumentano maggiormente i consumi l’autonomia può scendere in modo più consistente.

Lo abbiamo utilizzato con le attività che registrano i consumi maggiori, ossia con lunghe sessioni di gaming, hotspot attivo, 4G e GPS, riuscendo ad ottenere quasi 2 ore e mezza di schermo acceso. Non tra i risultati migliori, ma per lo stress test che mette maggiormente alla prova la batteria degli smartphone è sicuramente un’ottima autonomia.

La giornata intensa potete riuscire comunque a farla e avrete dalla vostra la ricarica rapida SuperDart a 65W che riesce a ricaricare Realme GT in tempi record: bastano circa 35 minuti per arrivare da 0 a 100%.

Prezzo

A braccetto con il comparto hardware, è il prezzo ciò che permette a questo device di essere uno degli smartphone più interessanti del 2021. In promozione per soli 2 giorni è stato lanciato con prezzi a partire da soli 399 euro, per poi passare successivamente a 449 euro.

E’ lo smartphone più economico arrivato sul mercato con il processore Snapdragon 888, ciononostante ha una scheda tecnica completa che può soddisfare tutti. Ed è per questo motivo che riteniamo il suo prezzo da vero best-buy.

  • 8/128 GB Dashing Blue e Dashing Silver: 449€
  • 8/128 GB Racing Yellow: 499€
  • 12/256 GB Racing Yellow: 599€

Realme GT: Conclusione

Come già ribadito diverse volte Realme GT è uno smartphone completo, un mostro di potenza e un affare allo stesso tempo. Si tratta di un modello indicato per i veri intenditori, per i videogiocatori e per coloro che intendono sfruttare al massimo le performance del proprio dispositivo. Inoltre, è per chi vuole avere la massima resa con la minima spesa, se escludiamo il comparto foto che è praticamente l’unico compromesso importante (sebbene il terminale si difenda comunque bene anche sotto questo aspetto).

Promosso a pieni voti, Realme GT è decisamente una delle migliori opzioni degli ultimi anni per rapporto qualità prezzo e la scelta più sensata per chi vuole risparmiare il massimo acquistando un top di gamma in termini di hardware.

Realme GT
  • 8.5/10
    Design e materiali - 8.5/10
  • 8.5/10
    Display - 8.5/10
  • 10/10
    Hardware - 10/10
  • 7.5/10
    Fotocamera - 7.5/10
  • 8/10
    Batteria - 8/10
  • 10/10
    Prezzo - 10/10
8.8/10

Verdetto finale

Realme GT è lo smartphone più potente che possiate trovare ad un prezzo da fascia media: equipaggiato con il processore top di Qualcomm è l’opzione perfetta per gamer e power user, senza rinunciare allo stile e alla ricercatezza.


 ✓ PRO
 
  • Design unico in pelle
  • Hardware da numeri uno
  • Ricarica rapida a 65W
  • Ottimo display
  • Prezzo bomba
  • Buon audio e vibrazione

 

 ✕ CONTRO
 
  • Fotocamera da (ottimo) medio gamma

👥 Iscriviti su alla community OPPO più grande in Italia 🇮🇹


📰Non vuoi più perderti notizie su OPPO? Seguici su Google News cliccando la stellina🏅

Potrebbe anche interessarti